Leader curdo detenuto sfida Erdogan

Demirtas candidato a presidenziali, ma serve l'ok delle autorità

(ANSA) - ISTANBUL, 26 APR - Potrebbe essere il leader carismatico dei curdi Selahattin Demirtas, in carcere da un anno e mezzo con accuse di "terrorismo" per presunto sostegno al Pkk, il candidato del partito filo-curdo Hdp nelle elezioni presidenziali anticipate del 24 giugno in Turchia. Lo avrebbe deciso il comitato centrale dell'Hdp, secondo i media locali. Già candidato alle scorse presidenziali, quando sfiorò il 10% lanciando il suo partito verso lo storico ingresso in Parlamento nel 2015, Demirtas resta uno dei politici più noti e influenti del panorama turco, nonostante la lunga detenzione nella prigione di massima sicurezza di Edirne, dove si trova in carcerazione preventiva.
    Il suo ritorno sulla scena potrebbe anche aiutare l'Hdp a recuperare consensi per superare la soglia di sbarramento del 10% nel contestuale voto parlamentare. Resta da capire se le autorità di Ankara ammetteranno la sua candidatura dalla prigione, rispetto a cui, secondo diversi analisti, non ci sarebbero tuttavia ostacoli legali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA