Norvegia, oltre 300 renne uccise da un fulmine

Sull'altopiano Hardangervidda, terreno passaggio di migrazioni

Oltre 300 renne sono state uccise nel centro della Norvegia da un fulmine: in una serie di incredibili immagini diffuse dalla Agenzia norvegese per l'ambiente, si possono vedere una gran quantità di carcasse disseminate su una piccola superficie sull'altopiano Hardangervidda, terreno di passaggio di migliaia di renne nelle migrazioni alla fine della bella stagione. Secondo la stessa fonte, sono 323 gli animali rimasti uccisi nella tempesta di fulmini, che si è verificata venerdì.

Il portavoce dell'Agenzia, Kjartan Knutsen, ha detto che non è raro per le renne e altri animali selvaggi rimanere uccisi dai fulmini, ma questo è comunque un evento fuori dal comune, date le dimensioni. "Non abbiamo mai sentito prima di un numero del genere", ha aggiunto. In caso di maltempo, le renne tendono a riunirsi e stare le une vicino alle altre, e questo potrebbe spiegare come mai sono morte tutte in un solo evento. "Non so dire se ci siano stati diversi fulmini", ha detto, aggiungendo che comunque "tutto è avvenuto in un solo momento". L'Agenzia sta ora cercando di decidere cosa fare con le carcasse degli animali. Normalmente, ha detto ancora Knutsen, vengono lasciate sul posto, affinché la natura faccia il suo coso.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA