Università 'scopre' l'identità di Banksy

Stessa tecnica può essere usata per 'seguire' terroristi

(ANSA) - LONDRA, 4 MAR - Gli studiosi della Queen Mary University di Londra sono convinti di aver scoperto l'identità dell'elusivo artista britannico Banksy, noto in tutto il mondo per i suoi graffiti. Si tratterebbe di Robin Gunningham, come già aveva ipotizzato il Mail on Sunday nel 2008. In questo caso però ci sarebbe la prova 'scientifica': è stata utilizzata una tecnologia di localizzazione geografica, mutuata dalla lotta al crimine, che ha permesso di trovare una serie di corrispondenze fra i luoghi a Londra e Bristol dove sono apparse le opere del 'writer' e una serie di indirizzi associati a Gunningham.
    Secondo gli studiosi, la stessa tecnica potrebbe avere un importante utilizzo nell'anti-terrorismo, ad esempio per analizzare i luoghi frequentati da estremisti, come quelli in cui si distribuiscono volantini o fanno graffiti contro le autorità, in modo da individuare e 'seguire' potenziali attentatori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA