Schulz, fine Schengen sarebbe catastrofe

Presidente Parlamento Ue, 'danni economici massicci'

(ANSA) - BERLINO, 22 GEN - Gli esiti della fine di Schengen sarebbero per l'Europa "catastrofici". Lo dice il presidente del parlamento europeo Martin Schulz in una intervista al Passauer Neue Presse. "A me sembra che molti di quelli che in questi giorni invocano la chiusura dei confini, portando così Schengen nella tomba, non possono o non vogliono vedere che gli effetti sarebbero catastrofici". Schulz parla di "danni economici massicci" e di una "minaccia per la crescita e per i posti di lavoro".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA