Labour, 'se bandito Trump sarà vittima'

Dibattito in corso ai Comuni. Cameron contro divieto ingresso

(ANSA) - LONDRA, 18 GEN - Il grande pericolo nell'attaccare e mettere al bando Donald Trump "è quello di dargli un'aura di vittima e il ruolo di martire". Lo ha dichiarato il deputato laburista, Paul Flynn, un veterano del partito d'opposizione, nel dibattito in corso in una commissione della Camera dei Comuni sulla petizione firmata da 570mila cittadini britannici che chiede di vietare l'ingresso nel Regno Unito al candidato alla Casa Bianca dopo le sue dichiarazioni contro i musulmani. Per Flynn invece si dovrebbe invitare Trump a vedere che non c'è, come lui afferma, un processo di 'islamizzazione' nel Paese. Il dibattito non prevede un voto e la messa al bando di un cittadino straniero dovrebbe essere decisa dal governo del premier David Cameron, che ha criticato Trump per le sue dichiarazioni, definendole come "stupide e sbagliate", ma che è contrario al divieto di ingresso al miliardario Usa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA