Abusi su calciatrici afghane, 6 sospesi

Anche il capo della federazione. L'accusa: sfruttamento sessuale

(ANSA) - KABUL, 9 DIC - L'Ufficio del procuratore generale dell'Afghanistan ha sospeso sei membri della Federcalcio afgana, tra cui il capo della federazione, in seguito alle accuse di abuso e sfruttamento sessuale nei confronti di alcune calciatrici nel Paese. Lo ha reso noto su Twitter il consigliere capo del presidente afgano Ashraf Ghani, Fazel Fazly.
    In precedenza il capo della Federcalcio dell'Afghanistan, Keramuddin Karim, aveva respinto le accuse, definendole prive di fondamento. Dopo che i media stranieri avevano pubblicato rapporti sui presunti abusi sessuali, il presidente afghano Mohammad Ashraf Ghani aveva ordinato all'ufficio del procuratore generale di indagare sulla questione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA