Musulmani cinesi in piazza per moschea

Rara manifestazione nella regione Nngxia contro la demolizione

Sono migliaia i musulmani della minoranza Hui che da ieri hanno dato il via a una manifestazione contro il piano di demolizione della Grand Mosque nella città di Weizhou, nella regione autonoma cinese occidentale di Ningxia.
    L'iniziativa, riportata dal South China Mourning Post, rara per tipologia e vasta scala, punta a impedire i lavori che avrebbero dovuto avere inizio oggi.
    Una mossa della cosiddetta "cinesizzazione a tappe forzate" promossa dal governo centrale nelle province e regioni del Dragone che coinvolge fedi e pratiche religiose, incluse quelle degli oltri 20 milioni di musulmani, spesso tacciati di radicalismo fino al terrorismo.
    Nello Xinjiang, caratterizzato da una forte presenza musulmana, centinaia di migliaia di uighuri e kazaki sono stati arrestati o sottoposti a controlli sempre più stringenti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA