Corea Nord: sanzioni Usa a sorella Kim

Nel mirino per le ripetute violazioni diritti umani del regime

 Le sanzioni contro la Corea del Nord da parte degli Usa colpiscono direttamente anche la sorella del leader Kim Jong-un: il dipartimento del Tesoro, infatti, ha iscritto anche Kim Yo-jong tra i sette nominativi di Pyongyang inclusi nella lista di persone accusate di ripetute violazioni dei diritti umani e di censura nell'ambito del regime.
    Si tratta della sorella più giovane, legatissima al fratello, e attualmente vice direttore del dipartimento di Agitazione e Propaganda del Partito dei Lavoratori.
    Nella nuova stretta promossa da Washington, in base a una nota, sono finite anche 16 organizzazioni nordcoreane tra cui il ministero della Pianificazione statale e del lavoro. Gli asset presenti negli Usa riconducibili ai soggetti segnalati, sia individuali sia societari, sono congelati ed è vietata qualsiasi transazione finanziaria con cittadini Usa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA