Pakistan arresta 20 pescatori indiani

Una settimana fa altro caso 88 sorpresi in acque territoriali

(ANSA) - ISLAMABAD, 28 FEB - Il Pakistan ha arrestato 20 pescatori indiani con l'accusa di aver sconfinato nelle sue acque territoriale. Lo riferisce oggi un comunicato della polizia. Gli uomini, che erano a bordo di quattro imbarcazioni, sono stati fermati ieri dall'Agenzia per la sicurezza marittima (Msa) mentre erano intenti a pescare e sono stati portati a Karachi. "Hanno superato il limite delle acque territoriali pachistane nel mar Arabico - si legge - e sono quindi stati arrestati. I pescherecci sono stati sequestrati". Una settimana fa, in un simile incidente, la Msa aveva arrestato 88 pescatori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA