Enit, on line sezione cinese Italia.it

Radaelli, si aggiunge a inglese, francese, tedesco e spagnolo

(ANSA) - ROMA, 20 SET - L'Enit si apre alla Cina. Per attrarre sempre di più i turisti provenienti dall'Oriente è online visibile sul sito Italia.it la sezione in lingua cinese che propone contenuti, materiali e consigli appositamente creati e studiati per questo tipo di pubblico.
    "Il sito deve essere ancora ottimizzato - spiega il commissario straordinario Cristiano Radaelli - ma siamo orgogliosi di poter dire che finalmente ci siamo riusciti". E aggiunge: "Dopo l'inglese, il francese, il tedesco e lo spagnolo ora l'Agenzia di promozione del brand Italia si rivolge anche al pubblico cinese che è senza dubbio uno dei più vasti, dei più caratterizzati e dei più emergenti".
    L'Italia - secondo un recente forum di Assoturismo Confesercenti - è la meta preferita in Europa per i turisti cinesi e una delle più amate nel mondo. A luglio i tour operator prevedevano un +23% di turisti in arrivo soltanto per l'estate.
    Con 114 milioni di turisti (in crescita del 13% nel 2014) la Cina è ormai il numero 1 nel mondo per flussi turistici e questa prepotente ascesa prosegue determinando una spesa di 130 miliardi di dollari. Il turista cinese medio ha uno strettissimo rapporto con le tecnologie (oltre 600 milioni di utenti internet ma anche 450 milioni di utenti mobile, 200 milioni di cinesi che usano WeChat e 20 miliardi di app scaricate nel solo 2013) ed è istruito, adora lo shopping e spende più di statunitensi e russi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA