Lula, 'nessuno è più onesto di me'

Ex presidente ha commentato casi corruzione nel suo Paese

Nessuno è più onesto di Luiz Inacio Lula da Silva: lo ha affermato lo stesso ex presidente del Brasile (che ha governato dal 2003 al 2010), parlando stamani ad alcuni blogger nell'Istituto di San Paolo che prende il suo nome. "Se c'è una cosa che mi riempie di orgoglio, in questo Paese, è che non c'è anima viva più onesta di me. Non c'è nella polizia federale né tra i giudici e neppure nella chiesa cattolica o evangelica. Può esserci qualcuno uguale a me, ma ne dubito", ha affermato Lula, parlando dei recenti casi di corruzione. Ufficialmente l'ex capo di Stato non è indagato nella 'Lava Jato', la vasta inchiesta avviata dallo scandalo di tangenti nel colosso statale del petrolio Petrobras che ha già fatto finire in carcere antichi alleati di Lula, come l'ex braccio destro José Dirceu e l'ex tesoriere del suo partito, Joao Vaccari Neto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA