Etiopia: 'emergenza ma nessun golpe'

Ministro Difesa dopo dimissioni a sorpresa del premier

(ANSA) - ADDIS ABEBA, 17 FEB - Non ci sarà alcun colpo di stato militare in Etiopia, malgrado lo stato d'emergenza: questa l'assicurazione data dal ministro della difesa, dopo la lettera di dimissioni a sorpresa del premier, travolto da un'ondata di proteste, le più furibonde in oltre un quarto di secolo. Il ministro Siraj Fegessa ha detto che per ora il premier dimissionario, Haile Mariam Desalegn, resta in carica, e ha anche escluso che ci sarà un governo di transizione. Ma ha spiegato che lo stato d'emergenza durerà almeno sei mesi, con una possibile estensione di altri quattro, come quello tolto lo scorso agosto dopo 10 mesi. Il nuovo stato d'emergenza, che di fatto proibisce ogni manifestazione, sarà presentato al parlamento in una quindicina di giorni. Siraj ricorda che le forze dell'ordine hanno ricevuto l'ordine di "prendere misure" contro le proteste che, ha detto il ministro, "ostacolano il progresso" del Paese del Corno d'Africa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA