Pressing per le dimissioni, May resiste

Premier incontra gruppo parlamentare su richieste data di addio

    Nuova puntata nel braccio di ferro fra Theresa May e i 'ribelli' che nel suo partito le chiedono di farsi da parte, sullo sfondo delle divisioni che finora hanno bloccato l'attuazione della Brexit, o quanto meno d'indicare una data sulle dimissioni anticipate da lei stessa annunciate di recente per i prossimi mesi, ma in termini vaghi. La premier incontra oggi i deputati del Comitato 1922, organismo chiave del gruppo parlamentare Tory ai Comuni incaricato di gestire le elezioni per la leadership del partito e di fissarne le regole.
    Nel Comitato diverse voci continuano a levarsi per sollecitare alla May chiarezza sui tempi del promesso passo indietro. Alcuni vorrebbero che le dimissioni arrivassero in particolare già dopo l'atteso risultato negativo delle Europee.
    O almeno in caso di bocciatura della legge attuativa sulla Brexit che il governo vuole riproporre a Westminster la settimana del 3 giugno. Ma la premier non intende per ora cedere, dicono fonti a lei vicine.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA