Germania: approvata riforma della tassa sugli immobili

il nuovo calcolo include valore della zona e affitto medio

(ANSA) - BERLINO, 18 OTT - Il Parlamento tedesco ha approvato a larga maggioranza la riforma della tassa sugli immobili. Il nuovo modello prevede un nuovo modo di calcolare l'imposta sulla base del valore della zona dove si trova l'immobile, dell'affitto medio, del valore catastale e della tipologia di abitazione. Ogni comune potrà in autonomia, come in passato, decidere il coefficiente da usare per il calcolo, e se applicare le nuove possibilità offerte dal ricalcolo o meno. Per il momento la riforma, proposta e sostenuta dal ministro delle Finanze Olaf Scholz, non modificherà la ripartizione della tassa sugli immobili tra affittuari e proprietari.
    Per i comuni l'imposta sugli immobili è l'entrata più significativa e porta nelle casse delle amministrazioni cittadine oltre 14 miliardi di euro. La nuova imposta entrerà in vigore a partire dal 2025, se il Bundesrat la approverà nella seduta dei primi di novembre. Era stata la Corte costituzionale a dare l'impulso al cambiamento, definendo obsoleti i principi di valutazione a cui si ispirava. Secondo la Corte la riforma doveva essere modificata entro la fine dell'anno in corso. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who