Casa: Nomisma, previsti prezzi +0,3% in 2019, scambi +2,8%

Per i valori aumenti anche in 2020 e 2021, ma calo compravendite

(ANSA) - ROMA, 18 LUG - Nomisma prevede una crescita delle compravendite delle abitazioni in rallentamento al 2,8% nel 2019, dopo il +6,5% del 2018, ma un andamento dei prezzi positivo, per la prima volta dal 2007. L'aumento delle quotazioni sarebbe dello 0,3% e accelererebbe al +0,4% nel 2020 e al +0,9% nel 2021. Le compravendite sono attese invece avvicinarsi a quota 600 mila nel 2019 (da 578.647 del 2018 a 594.868), per poi calare a 585.654 nel 2020 (-1,5%) e a 578.481 nel 2021 (-1,2%).
    "Siamo reduci da un primo trimestre particolarmente positivo, è un possibile rallentamento dal secondo trimestre", spiega l'amministratore delegato di Nomisma, Luca Dondi Dall'Orologio. Per Nomisma, "il rischio di un nuovo ripiegamento non può dirsi del tutto scongiurato, soprattutto se la prospettiva economica del prossimo biennio dovesse confermarsi debole come paventato". In tale quadro, "il contenimento delle tensioni finanziarie - dichiara Dondi - è un elemento imprescindibile per il ripristino di un clima di fiducia idoneo a favorire gli investimenti". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia


      Vai al sito: Who's Who