Confesercenti, deregulation è catastrofe

Legge popolare 'Libera la domenica' ferma alla Camera da 5 anni

(ANSA) - ROMA, 21 GIU - Per regolare le aperture domenicali, il lavoro del Ministro Di Maio non deve ripartire da zero: esiste già una proposta legge di iniziativa popolare, promossa da Confesercenti e Cei con l'iniziativa "Libera la domenica", che ha raccolto 150mila firme e che è stata presentata alla Camera ormai cinque anni fa. "Si può iniziare da qui", afferma la Confesercenti in una nota.
    Le liberalizzazioni delle aperture, spiega l'associazione, non ha dato una spinta ai consumi ma solo spostato quote di mercato verso la grande distribuzione, l'unica in grado di stare aperta 365 giorni l'anno, contribuendo all'erosione del fatturato della gran parte dei piccoli esercizi, che hanno perso il 3% a favore dei più grandi: si tratta di circa 7 miliardi di euro di vendite travasate dai negozi alla grande distribuzione.
    "Noi non chiediamo di stare chiusi sempre, ma di restare aperti solo quando e dove necessario, come ad esempio nelle località turistiche", spiega la presidente di Confesercenti, Patrizia De Luise, secondo cui la proposta di legge introduce solo "un minimo di regolamentazione, ragionevole e assolutamente compatibile con le prassi europee".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who