Cna, occupazione piccole imprese +3,7%

Ma scendono contratti a tempo indeterminato -3,1%

(ANSA) - ROMA, 31 OTT - Tra settembre 2016 e settembre 2017 l'occupazione nelle piccole imprese italiane è cresciuta del 3,7%. Un anno fa l'incremento su settembre 2015 si era fermato al 2,8%. Lo rileva l'Osservatorio mercato del lavoro Cna, curato dal Centro studi della confederazione, secondo il quale rispetto a dicembre 2014 - alla vigilia dell'entrata in vigore delle riforme che hanno significativamente modificato il mercato del lavoro - l'aumento è pari al 9,3%. In un anno, prosegue la Cna, l'aumento delle assunzioni e delle cessazioni "è proceduto in parallelo: del 31,3% e del 30,8% rispettivamente". A trainare le assunzioni sono stati i contratti a tempo determinato (+27,8%), l'apprendistato (+13,6%) e il lavoro intermittente (+388%), un dato quest'ultimo dovuto al limitato numero di casi. I contratti a tempo indeterminato - fa notare la Cna - hanno registrato, invece, una riduzione del 3,1%. Proprio questi contratti "rappresentano ancora, e nettamente, la tipologia più applicata dalle piccole imprese. Ma con meno del 70% del totale (il 69,3%, per la precisione) contro l’85,4% di dicembre 2014".
    Al contrario, nei quasi tre anni sotto osservazione, i contratti a tempo determinato "sono cresciuti del 12,8% fino a toccare il 19,4% complessivo, i contratti di apprendistato sono passati dal 5,5% all’8,6% e il lavoro intermittente dal 2,5% al 2,7%", conclude lo studio. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who