Con norme Manovra in Borsa 180 Pmi

IR Top, previsione per prossimo triennio

(ANSA) - MILANO, 30 OTT - La misura della manovra a favore delle Pmi consentirà minimo 60 nuove quotazioni in Borsa annue per un totale di 180 nel triennio sino al 2020. E' questa la stima di IR Top consulting sulla base di un'analisi sui costi di quotazione su Aim Italia e Star circa la dote di 20 milioni nel 2019 e 30 milioni per i due anni successivi che servirà a fornire un credito d'imposta del 50% sulle spese di consulenza per entrare in un mercato regolamentato o in sistemi multilaterali di negoziazione.
    Ogni impresa potrà avere un massimo di 500.000 euro da utilizzare solo in compensazione con le imposte dovute.
    L'amministratore delegato di IR Top Consulting, Anna Lambiase, afferma: "La norma pubblicata nella bozza di Legge di Bilancio presentata oggi al Parlamento mira a favorire il numero di Ipo nel prossimo triennio di concerto con i Pir, al fine di offrire un canale di finanza alternativo alla crescita delle Pmi. Tra 2 e 50 milioni di euro di fatturato, questo è il target di imprese cui la manovra si riferisce, a completamento del pacchetto di incentivi del Governo "Finanza per la crescita", con l'obiettivo di spingere le Pmi familiari a fare il salto di qualità aprendo il capitale ad investitori istituzionali e ad elevare il proprio standing allo status di società quotata".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who