Responsabilità editoriale di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Ecco le app per vivere come un Millennial

La giornata di un Millennial inizia alle 7 in punto. E a scandire il ritmo, sin da subito, è lo smartphone: uno strumento indispensabile per tutte le azioni quotidiane. Giusto il tempo di una doccia, a colazione una centrifuga, sorseggiata saltando qua e là tra social e mail, con il cellulare in mano. Una volta usciti di casa, è ancora lo smartphone ad essere la bussola della giornata per spostarsi, mangiare e divertirsi.

Ci sono app per ogni tipo di servizio e permettono di risparmiare tempo, soldi e fatica. Per spostarsi in pochi minuti, senza inquinare, basta affidarsi ai servizi di bike sharing. Per trovare una due ruote basta aprire una app, come quella messa a disposizione da Bikemi (di Atm) o le cinesi Mobike e Ofo. Tramite le app messe a disposizione è possibile prenotare la bici e passarla a prendere entro una manciata di minuti oppure sbloccare una bici che si trova per strada. Chi preferisce il motorino, può optare per lo scooter sharing con Mimoto e GoVolt.

Le app continuano ad accompagnare il giovane lavoratore anche in ufficio. Chi pranza fuori casa, può fare tutto con lo smartphone, senza ricorrere al portafoglio o ai buoni pasto: basta utilizzare le app di mobile payment che, tramite l’inserimento di un codice IBAN e di numero di cellulare, permettono all’utente di effettuare transazioni di denaro senza carta di credito o di debito e senza necessità di un dispositivo dotato di tecnologia NFC. L'ultima frontiera sul fronte dello shopping è rappresentata, invece, dalle app di cash-back (una delle piattaforme più frequentate nel nostro paese è bestshopping), una forma di sconto sempre più popolare che funziona attraverso il rimborso: si spende e parte dei soldi tornano indietro. Funziona come uno sconto: per ogni euro che si spende su un determinato acquisto, una piccola percentuale è restituita indietro.

E dopo il lavoro? Ovvio, in palestra o a fare yoga. A casa, però, chi non ha tempo di cucinare, può utilizzare Foodora che ti porta a casa il piatto che desideri. La sera, quando i mezzi pubblici scarseggiano, per muoversi in città si può evitare di prendere la propria auto o di chiamare un taxi utilizzando un'app che al prezzo di pochi centesimi al minuto permettono di affittare un'auto e parcheggiarla dove si vuole. È il caso di app come Enjoy o CarToGo.

E a fine giornata? Prima di andare a letto, si pensa anche al proprio gruzzoletto. I soldi risparmiati con le app vanno messi nel salvadanaio digitale Gimme5, un'app sviluppata da AcomeA SGR, società di gestione del risparmio che vanta una lunga esperienza nel settore. Gimme5 consente di mettere da parte risparmi e iniziare a investirli a partire da cifre accessibile anche ai piccoli risparmiatori. Si può iniziare anche da 5 euro alla volta e impostare delle abitudini di risparmio ricorrenti. Ad esempio, mettendo da parte 5 euro al giorno avrai accumulato 150 euro al mese e 1.825 in un solo anno.

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di ADVISOR, testata edita da Open Financial Communication

Video Economia

Ultima ora