Banche: Pandozy (Engineering), investire per sfida big tech

Necessaria più tecnologia per resistere a loro ingresso

(ANSA) - ROMA, 2 FEB - "Per poter sostenere l'industria bancaria in questa incertezza politica che vediamo all'orizzonte per i prossimi anni, sia vitale che il sistema bancario inizi in primis a sostenere se stesso investendo in tecnologia e competenze molto più di quanto già stia facendo". LO afferma Paolo Pandozy CEO del gruppo di tecnoogia Engineering secondo cui "le Big Tech si preparano, anche lavorando su criptovalute. a fare le banche, come sottolineato anche dal Governatore Ignazio Visco, ed è urgente e vitale per il sistema bancario investire molto in tecnologia e cybersecurity". "Mentre assistiamo anche con un certo entusiasmo al fenomeno dell'Open Banking, Big tech stanno prendendo licenze bancarie - aggiunge -. È sin troppo evidente che non si accontenteranno di intermediare i pagamenti con i servizi Google Pay o Amazon Pay o Apple Pay. Vogliono fare la banca, fornire credito, raccogliere risparmi. Ma c'è di più che una nuova arena competitiva. Facebook sta attivamente lavorando ad una propria moneta. Uno stablecoin garantito dalla sua immensa liquidità. Quindi abbiamo aziende globali, con accesso ai profili di miliardi di potenziali clienti, che non pagano le tasse come chi opera in Paesi con regimi fiscali non agevolati, che possono raccogliere risparmio, concedere credito e disporre di una propria moneta che potrebbe essere presto battuta, da un attore americano, in Europa. Tutto potrebbe essere più veloce di quello che prevediamo" conclude.(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia


Vai al sito: Who's Who