Borsa: Europa resta debole,Milano -0,42%

Spread cala a 163 punti, euro resta fiacco, occhi su virus Cina

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - Le Borse europee restano deboli dopo l'avvio di Wall Street mentre salgono le vittime del nuovo coronavirus cinese. Tra le singole Piazze Londra cede lo 0,35%, Parigi lo 0,20%, Francoforte lo 0,01%, Milano lo 0,42%. Il petrolio prosegue in calo a New York, dove le quotazioni perdono l'1,01% a 57,79 dollari al barile. Sul fronte dei cambi l'euro resta debole a 1,1073 dollari, sui minimi dal 25 dicembre scorso. Lo spread si porta a 163 punti base dopo la fiammata a 170 registrata in avvio di seduta sulle anticipazioni di dimissioni di Luigi Di Maio da capo politico del M5S. A Piazza Affari volo il risparmio gestito con Azimut (+2,58%), giù invece i bancari con Unicredit che lascia sul terreno (-3,14%), Banco Bpm il 2,76%, Bper il 2,55%. Tra gli altri sotto pressione Saipem (-4%)che paga il taglio ad 'underperform' da parte di Bofa.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie