Borsa: Milano tiene, deboli le banche

Tiene Unicredit dopo piano, Gedi corre al prezzo dell'offerta

(ANSA) - MILANO, 3 DIC - Piazza Affari tiene con Francoforte in una giornata difficile per le Borse di Londra e Parigi, appesantite dai titoli dell'energia e delle materie prime: l'indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,04% a 22.736 punti, mentre l'Ftse All share ha segnato un ribasso dello 0,05% a quota 24.895.
    In Borsa a Milano qualche vendita sui titoli finanziari e delle banche, nonostante l'allentamento generale della tensione sui titoli di Stato: Azimut ha perso il 2,5%, Ubi l'1,3%, Intesa l'1,1%, mentre Unicredit ha concluso in ribasso dello 0,4% dopo la presentazione del nuovo piano strategico. In calo di un punto percentuale Mediaset con la controllata spagnola ancora debole (-2,4%), piatta Tim (-0,3%), in rialzo dell'1,9% Ferrari e di oltre due punti Amplifon e Diasorin.
    Gran corsa per Gedi (+60% allineandosi al prezzo dell'offerta) dopo l'annuncio dell'accordo per la vendita della partecipazione di Cir (-7%) a Exor (+0,8%). Molto bene Visibilia, che ha chiuso in rialzo del 30% a 0,34 euro.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who