Tavolo tra imprese e no profit su disabilità

Iniziativa promossa da Aidp con Università Cattolica

(ANSA) - MILANO, 2 DIC - Nasce a Milano il tavolo "Abilitiamo la disabilità" che si propone di favorire l'inclusione sociale all'interno delle aziende dei lavoratori con disabilità e di sensibilizzare le aziende alla cultura dell'inclusione.
    L'iniziativa promossa da Aidp (l'associazione per la direzione del personale) verrà presentata a Milano il 3 dicembre presso l'Università Cattolica e verranno presentate le esperienze di aziende come Accenture, Alstom, ATM, IBM, Intesa Sanpaolo, Lexellent Studio Legale, Nestlé, UniCredit.
    "Con lo scopo di contribuire a migliorare tutti gli aspetti della relazione tra persona e lavoro, favorendo attivamente lo sviluppo culturale e professionale, abbiamo iniziato un cammino di interazione e dialogo che vede convergere le imprese, le istituzioni e le organizzazioni no-profit verso un obiettivo comune: favorire l'inclusione nel mondo del lavoro delle persone con disabilità" spiega Andrea Orlandini, Vice Presidente Aidp. Secondo i dati dell'Osservatorio sulla salute, riportati da Aisp, le persone con disabilità in Italia sono circa 4,5 milioni di cui oltre un terzo vive da solo. Il livello di istruzione è mediamente basso: nella fascia di età tra i 45 e i 64 anni il 70% ha al massimo la licenza elementare. Rispetto alla collocazione al lavoro solo il 18% della fascia di età compresa tra i 45 e i 65 anni è occupato con differenze di genere rilevanti: il 23% degli occupati sono uomini contro il 14% delle donne. Il rapporto conferma che il principale strumento di supporto rimangono i trasferimenti monetari mentre alcuni diritti fondamentali come l'accesso al lavoro sono ancora disattesi.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who