Borsa: Milano giù (-0,4%), spread a 152

Nel mirino Banco Bpm, Unicredit e Ubi, calo greggio frena Saipem

(ANSA) - MILANO, 11 NOV - Piazza Affari si conferma debole (Ftse Mib -0,4%), con lo spread in rialzo a 150,4 punti, per le difficoltà del Governo sulla vicenda Ilva e dopo la conferma del calo del 2,1% della produzione industriale italiana in settembre. Le vendite si concentrano sui bancari Banco Bpm (-0,9%), Unicredit (-0,8%) e Ubi Banca (-0,7%), mentre Intesa (-0,36%) è più cauta ed Mps si porta sulla parità. In difficoltà Moncler (-1,78%) insieme a Ferragamo (-0,86%), per i timori di una minor spesa dei consumatori cinesi. In calo Saipem (-1%), fresca di un accordo strategico con Daewoo, che replica l'andamento del greggio (Wti -1,4%) insieme ad Eni (-0,65%).
    Vendite anche su Tim (-1,3%) ed Fca (-0,96%), mentre, tra i pochi rialzi, si segnalano quelli di Bper (+0,71%), girata in positivo, Poste (+0,65%) e Campari (+0,5%). Bene Salini Impregilo (+2,38%), Bps (+2,53%) e Falck Renewables (+6%), in calo Bialetti (-3,2%) e Fincantieri (-2,2%).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who