Borsa: Milano bene con petrolio e banche

Perdono Ferrari, Pirelli e Enel, debole anche Tim

(ANSA) - MILANO, 5 NOV - Il rialzo del greggio (wti +1,1%), con l'ipotesi dell'Opec di taglio alla produzione, ha trascinato al rialzo i petroliferi a Piazza Affari, che ha chiuso positiva (+0,23%). Hanno guadagnato Saipem (+3,2%), Tenaris (+1,7%) e Eni (+1,6%), mentre ha patito Pirelli (-0,9%). Bene anche le banche, con lo spread a fine giornata a 134 punti: su Unicredit (+1,6%), Intesa (+1,4%) dopo i conti, Banco Bpm, Bper e Fineco (+1,1%) nel giorno dei dati sui primi nove mesi.
    In cima al listino principale Azimut (+3,4%) coi conti, bene anche Stm (+1,4%), come il comparto tecnologici in tutto il Vecchio continente col clima più disteso sui dazi Usa-Cina.
    Buona seduta anche per Poste (+0,6%) e Fca (+0,5%).
    In fondo al Ftse Mib Ferrari (-2,6%) per le prese di profitto all'indomani del rally dopo i conti. Perdite per Recordati (-2,3%) e male anche i costruttori, con Atlantia (-1,6%) e Buzzi (-0,7%) in discesa, così come l'industria, con Prysmian (-0,9%).
    Ha patito anche Enel (-0,8%) e non ha brillato Tim (-0,4%).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who