Borsa: Tokyo in netto ribasso, -2,11%

Cambi: yen si apprezza su dollaro ed euro

Piazza Affari apre in rosso in scia alle Borse asiatiche sulle nuove tensioni per i dazi. Il Ftse Mib in avvio lascia l'1,91% a 21.155 punti. 

Borse di Asia e Pacifico pesanti in scia al riacutizzarsi delle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti con il presidente americano, Donald Trump che ha avvertito che i nuovi dazi al 10% sui prodotti cinesi possono salire al 25%. Tokyo con il Nikkei lascia sul terreno il 2,11%, Hong Kong il 2,15%, Shanghai l'1,45% e Shenzhen l'1,65%. Flessioni più contenute per Seul (-0,93%) e Sydney (-0,30%). Anche i future sull'Europa sono in negativo. 

  Le rinnovate tensioni tra Cina e Stati Uniti nei negoziati del commercio internazionale- con la decisione del presidente Usa, Donald Trump, di imporre dazi addizionali a Pechino- si riflettono sull'andamento della Borsa di Tokyo, che termina l'ultima seduta della settimana in netto calo. Il Nikkei perde il 2,11% a quota 21.087,16, lasciando sul terreno 453 punti. Sui mercati valutari lo yen si rafforza sul dollaro a 107,1, e guadagna terreno sull'euro a 118,70.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who