Borsa: Milano -1,5% con Stm e Tenaris

Giù anche Saipem, Fca ed Eni. Corre Landi Renzo

(ANSA) - MILANO, 23 MAG - Pesante Piazza Affari, in linea con le altre piazze europee, che risentono del duplice effetto della guerra dei dazi e delle elezioni europee, mentre si complica la situazione per la premier britannica Theresa May, sul punto di lasciare senza un accordo sulla Brexit. Lo spread è sopra quota 274 punti. Sotto pressione Stm (-3,88%), che sconta le tensioni su Huawei, di cui è fornitore. Il calo del greggio (-1,58% a 60,46 dollari al barile il Wti) penalizza Tenaris (-3,44%), Saipem (-3,51%) ed Eni (-2,26%). Debole anche Prysmian (-3,36%), oggetto di posizioni corte da parte di diversi fondi internazionali. La guerra dei dazi frena Fca (-2,84%) e Pirelli (-2,16%), mentre tra i pochi rialzi si segnala lo sprint di Juventus (+4,71%), con le indiscrezioni su un arrivo dell'allenatore Pep Guardiola dal Manchester. Sprint di Landi Renzo (+9,9%) per un accordo in Canada sulle cellule combustibili a idrogeno e Inwit (+2,73%), deboli Mediaset (-4,63%) e Stefanel (-5,96%), Ubi (-1,71%) e Intesa (-1,58%).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who