Confcommercio taglia Pil 2019 a +0,3%

+0,5% nel 2020. Disinnesco aumento Iva vale 382 euro a persona

 La Confcommercio prevede un rialzo del Pil dello 0,3% per il 2019, contro il +1% indicato lo scorso mese di ottobre, e dello 0,5% nel 2020. L'incremento dei consumi per l'anno in corso scende dallo 0,8% previsto in ottobre allo 0,3%, per salire poi allo 0,5% nel 2029. In diminuzione da +1,2 a +0,3% gli investimenti previsti nell'anno, che saliranno dello 0,7% il prossimo, mentre l'inflazione si attesta all'1,1% (era all'1,4%), per arrivare all'1,4% nel 2020.
    Confcommercio calcola anche che il totale disinnesco dell'aumento dell'Iva vale 23,1 miliardi di euro e comporta 382 euro di maggiori tributi a persona con un aumento dell'imposta medio di 889 euro a nucleo famigliare.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia


      Vai al sito: Who's Who