Borsa: Milano pesante (-3%),spread a 293

Sotto pressione Diasorin, Fineco, Saipem e Unicredit

(ANSA) - MILANO, 6 DIC - Piazza Affari appare pesante (Ftse Mib -3,4%), ultima in Europa, con gli indici Usa in forte tensione (Dow Jones -2% e Nasdaq -1,4%) con lo scoppio del caso Huawei, il dal calo del greggio, e, per l'Italia, l'aggravante dello spread oltre quota 295 punti, con Moody's che conferma la previsione negativa per le banche italiane. Scivolano Diasorin (-6,2%), penalizzata dagli analisti di Kepler, Fineco (-6%), dopo la raccolta di novembre, Saipem (-5,2%), con il ribasso del greggio, che frena anche Eni (-2,7%). Sotto pressione Prysmian (-4,6%) e i bancari Unicredit (-4,88%), Ubi (-4,8%), Banco Bpm (-4,59%) e Intesa Sanpaolo (-4,7%), mentre Stm (-5%) segue l'onda degli altri produttori di microprocessori europei dopo l'arresto in Canada del direttore finanziario di Huawei Meng Wanzhou. Vendite su Fca (-4,8%), Ferrari (-3,37%) e Mediaset (-4,5%), più caute, ma sempre negative, Atlantia (-0,17%), Italgas (-0,71%) e A2a (-0,9%).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who