Federchimica, già in linea obiettivi Ue

Gas serra ridotti del 61%, efficienza energetica del 55%

(ANSA) - MILANO, 30 OTT - L'industria chimica italiana è già in linea con gli obiettivi Ue sui cambiamenti climatici al 2020 e al 2030: ha ridotto i gas serra del 61% e migliorato l'efficienza energetica del 55% rispetto al 1990. Emerge dalla 24esima edizione del rapporto 'Responsible Care' di Federchimica. Rispetto a 30 anni fa le emissioni in atmosfera e negli scarichi idrici si sono drasticamente ridotti, rispettivamente del 95% e del 78%.
    Il riciclo è la prima modalità di smaltimento (24%) mentre alla discarica si ricorre solo nel 9% dei casi. "Dobbiamo affermare con determinazione che la chimica è un modello di sviluppo sostenibile - commenta Paolo Lamberti, presidente di Federchimica - e questi risultati sono particolarmente significativi anche per il contesto istituzionale molto difficile, non solo per la caduta del mercato interno, ma soprattutto per le inefficienze e gli oneri del 'sistema Paese'". "Bene un percorso condiviso e partecipato", aggiunge il segretario generale della Uiltec, Paolo Pirani.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who