C.Conti,non creare nuovo debito pensioni

Stretti se non esauriti spazi per rivedere Fornero

(ANSA) - ROMA, 12 LUG - "E' essenziale preservare i miglioramenti di fondo che il sistema previdenziale ha realizzato in questi decenni. Ogni elemento di possibile flessibilizzazione dell'attuale assetto dovrebbe contemplare compensazioni in grado di salvaguardare la sostenibilità finanziaria di lungo periodo. E' cruciale non creare debito pensionistico aggiuntivo". E' l'avvertimento contenuto nel rapporto sul coordinamento della finanza pubblica del 2018 della Corte dei Conti. Secondo quanto di legge nel rapporto sul coordinamento della finanza pubblica presentato oggi alla Camera, "certamente la correzione effettuata con la legge Fornero è stata brusca, ma è la virulenza della crisi sovrana che l'ha imposta". Ora, dopo gli aggiustamenti apportati sugli esodati e con l'Ape, "sono stretti, se non del tutto esauriti, gli spazi per ulteriori attenuazioni degli effetti correttivi della legge, a meno di un ripensamento complessivo del sistema".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who