Borse Europa rallenta, Milano +0,5%

Stm a nuovi massimi, banche guardano a Bce più che a Fed

(ANSA) - MILANO, 13 GIU - Le Borse europee rallentano con Wall Street, mentre dollaro e rendimenti sui treasuries sono in modesta ripresa, in vista della Fed che, secondo le attese, alzerebbe il tasso di interesse di un quarto di punto. Invariate Parigi e Londra, meglio Francoforte (+0,17%) e soprattutto Milano (+0,5%). L'idea che la Bce domani possa non indicare una data per la fine del Qe aiuta a tenere sotto controllo lo spread del decennale a 234 punti malgrado l'impennata dei rendimenti dei Btp nelle tre aste di oggi. Ne beneficiano le banche, guidate da Mediobanca (+2%), Unicredit (+1,9%), Banco Bpm e Bper (entrambe +1%), aiutate anche dal buon segnale arrivato dalla cessione da parte del Creval (+3,6%) di 1,6 miliardi di npl a un prezzo pari al 32% del valore nominale. Ma a trainare il listino sono ancora Stm (+4%), che ritocca i massimi, e Campari (+2,4%), promossa alla vigilia da Raimont James. Acea (+0,5%) intanto non risente dell'arresto del presidente Lanzalone nell'inchiesta sullo stadio di Roma.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who