Enel, al Tesoro cedola di 568 milioni

Per Eletropaulo corsa a due, nessun terzo offerente

L'assemblea dell'Enel ha dato il via libera con oltre il 99% dei voti al bilancio 2017, che si chiude con un utile netto ordinario di 3,7 miliardi, e al dividendo da 0,237 euro per azione. Al Tesoro, detentore di una quota del 23,5%, viene dunque staccato un assegno da 568 milioni.
    Per la società di distribuzione elettrica brasiliana Eletropaulo la corsa sarà tra Enel e Iberdrola, senza terzi soggetti. E' la stessa Eletropaulo, in un comunicato, ad annunciare che non sono pervenute, entro la scadenza prevista delle 15 (ora brasiliana) offerte da parte dei cosiddetti "interferenti". Non si è dunque presentata State Grid of China, da più parti indicata come interessata all'asset. Per l'acquisto si andrà così direttamente all'asta in programma per il 4 giugno.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who