Borsa Milano -1,8%, titoli Berlusconi ko

Con stretta Lega e M5s su intesa. Soffrono banche, Tim, giù euro

(ANSA) - MILANO, 16 MAG - Piazza Affari continua a essere la cenerentola delle Borse europee, con il Ftse Mib che cede l'1,8%. Pesano i timori degli investitori per le politiche economiche di un governo Lega-M5s dopo che una vecchia bozza di 'contratto' circolata ieri ha fatto emergere intenzioni bellicose verso la Ue. Lo spread Btp-Bund si muove a ridosso dei 140 punti mentre l'euro perde ancora terreno e scambia a 1,1797 sul dollaro (-0,6%).
    A Piazza Affari vanno male i titoli del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi: Mediaset cede il 4,6%, Mediolanum il 2,88% e Mondadori il 5,23%. L'impennata dello spread mette sotto pressione i bancari con Banco Bpm che cede il 2,7%, Unicredit il 2,6%, Mediobanca il 2,6% e Intesa il 2,2%. Molto male anche Tim (-2,9%) che oggi approva i conti del trimestre e che a breve dovrà fare i conti con la concorrenza low cost di Iliad.
    Volano Saipem (+9,3%), con Bernstein che ritiene che possa raddoppiare, e Vittoria Assicurazioni (+19,7%) che si allinea all'opa di Acutis.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who