Inps: in nove mesi 1,18 milioni contratti stabili, -2,5%

Cessazioni in linea, saldo contratti totali +741.000

 Nei primi nove mesi del 2017 sono stati attivati, comprese le trasformazioni, 1,18 milioni di contratti a tempo indeterminato con un calo del 2,5% sullo stesso periodo 2016. Lo rileva l'Inps nell'Osservatorio sul precariato: le cessazioni di contratti stabili nello stesso periodo sono state in linea con le assunzioni (1.190.908). Nel complesso i nuovi rapporti di lavoro (fissi e a termine) nel periodo sono stati 5.2070.670 (+20,1%) a fronte di 4.529.861 cessazioni (+16,9%). Il saldo totale dei nuovi contratti e' cosi' positivo per 740.809 unità.

Boom contratti a chiamata,319.000 in 9 mesi, +133% - Nei primi nove mesi del 2017 si è registrato un vero e proprio boom dei contratti a chiamata: tra gennaio e settembre questi contratti hanno raggiunto quota 319.000 con una crescita del 133% sullo stesso periodo del 2016. E' quanto emerge dall'Osservatorio Inps sul precariato che segnala come l'andamento, insieme alla crescita dei contratti in somministrazione (+20%) e di quelli a termine sia legato "alla necessità per le imprese di ricorrere a strumenti contrattuali sostitutivi dei voucher, cancellati dal legislatore a partire dalla metà dello scorso mese di marzo e sostituiti, da luglio e solo per le imprese con meno di 6 dipendenti, dai nuovi contratti di prestazione occasionale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who