Chiusura record per Piazza Affari

Spinta da settore finanza. Unicredit, Bper e Banco salite del 3%

(ANSA) - MILANO, 12 SET - Per il secondo giorno consecutivo, Piazza Affari ha aggiornato i massimi. Il Ftse Mib ha chiuso in crescita dello 0,45% a quota 22.233 punti, come non avveniva da 22 mesi, dai primi di dicembre 2015. Tranne Londra, che ha perso lo 0,17%, anche le altre Piazze europee sono cresciute. A trainare i listini del Vecchio Continente è stato il comparto finanza, cresciuto del'1,1%, a sua volta spinto dalle banche (+1,2%). A Milano Unicredit, Bper e Banco-Bpm sono salite di oltre il 3%, seguite da Ubi (+2,1%). Bene Fincantieri (+2%), in vista del prossimo vertice italo-francese di Lione sul nodo della partecipazione in Stx. Salite sia Mediaset (+0,13%) sia Tim (+0,19%), nei giorni in cui Vivendi studia le mosse per evitare complicazioni legate alla partecipazione nelle due società. Bene Mediobanca (+0,98%) con Pirelli che, secondo indiscrezioni, dirà addio al patto di sindacato. In calo Luxottica (-0,64%) con il faro Antitrust Ue sulle nozze con Essilor. Male Snam (-1,37%), Terna (-1,19%) e Campari (-1,1%).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who