Dbrs conferma rating Italia a 'BBB'

Conti migliorano ma banche deboli, rischi debito/Pil oltre 133%

L'agenzia di rating Dbrs conferma il rating dell'Italia a 'BBB' (High) con outlook stabile. In una nota diffusa nella tarda serata di ieri, l'agenzia canadese sottolinea che il rating riflette "i progressi nel consolidamento fiscale", il miglioramento dei bilanci del settore privato e "un sistema pensionistico ben finanziato".
    Tuttavia - viene rilevato - l'Italia resta "vulnerabile a shock avversi" per i rischi politici "aumentati dopo il referendum costituzionale, il debito pubblico elevato e la lentezza nel processo delle riforme strutturali", mentre il settore bancario resta "debole" per il "livello ancora molto elevato degli npl".
    Dbrs avverte che "il sostegno alle banche e il debole Pil nominale potrebbero spingere il rapporto debito/Pil oltre il 133% nel 2017".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who