Trump taglia le tasse negli Usa

Wall Street vola poi ripiega

Giunto ai suoi primi cento giorni alla Casa Bianca Donald Trump rinuncia alla realizzazione immediata del muro col Messico per mancanza di fondi, ma annuncia "il più grande taglio delle tasse nella storia degli Stati Uniti". E Wall Street prima vola, trascinando tutte le principali piazze europee, poi ripiega nel finale di seduta facendo emergere una certa cautela degli operatori per la mancanza di molti dettagli, soprattutto sul fronte delle coperture. Con tutti i principali indici che restano comunque a livelli record. Il piano prevede un maxi-regalo alle imprese che si spera favorisca una crescita tumultuosa dell'economia e dei posti di lavoro. Ma contiene anche una forte riduzione delle imposte sulle persone fisiche, compresa l'abolizione della tassa sulla successione e dell'aliquota minima sui più ricchi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who