Moscovici frena su nuove spese sisma

Pronti a esaminarle ma aspettiamo altro in lettera Italia

(ANSA) - BRUXELLES, 26 GEN - La Commissione Ue "ha già dimostrato che è al fianco dell'Italia e lo sarà sempre", ma le nuove spese per i nuovi terremoti "non entrano nella discussione in corso": lo ha detto il commissario agli affari economici, Pierre Moscovici, entrando all'Eurogruppo e confermando lo sforzo richiesto all'Italia e contenuto nella lettera, cioè 0,2% del Pil.
    E' "un'altra cosa quella che ci aspettiamo nella risposta" alla lettera" al ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan assieme a Valdis Dombrovskis, "che è estremamente precisa e ci aspettiamo una risposta precisa", ha aggiunto Moscovici.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia


Vai al sito: Who's Who