Castagna, poche centinaia esuberi in Bpm

Bancari aspettano vedere piano, a lavoratori un posto in cda

(ANSA) - MILANO, 24 MAR - La fusione tra il Banco Popolare e la Bpm produrrà solo qualche centinaia di esuberi all'interno dell'istituto milanese che verranno gestiti con il fondo esuberi e saranno solo su base volontaria. Così il consigliere delegato della Popolare di Milano, Giuseppe Castagna, ha rassicurato i sindacati in merito agli impatti occupazionali delle 'nozze' con il Banco Popolare, secondo quanto riferito da uno dei partecipanti all'incontro con il banchiere.
    Da parte loro i rappresentanti dei lavoratori della Bpm, pur accogliendo con favore le parole del banchiere, hanno sospeso il giudizio in attesa di vedere il piano industriale che dovrà essere presentato entro aprile. Castagna ha promesso che un posto nel cda della nuova banca sarà riservato ai rappresentanti dei lavoratori.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who