Banche:Cisl,Italia in linea Ue su numero

Ricerca, in media Ue anche per numero dipendenti

(ANSA) - ROMA, 14 MAR - Non esiste "un'anomalia" italiana sul numero di banche, sportelli e dipendenti che non sono quindi sovradimensionati rispetto al paese. Queste le conclusioni di una ricerca del sindacato bancario First-Cisl basata sui dati Bce del 2014 che risponde alle critiche provenienti spesso da osservatori, analisti e settori della politica e del governo L'Italia con 650 banche è al quarto posto ben distante dalla Germania (1768) ma prima di Francia (464) e Spagna (218). Un dato che, rileva lo studio non "non è di per sè completo", senza considerare la quota del totale attivo dei primi 5 gruppi sul sistema che nel nostro paese è pari al 40% contro il 32,4% della Germania e il 47,6% della Francia. Buona parte di esse sono poi Bcc che saranno "molto più integrate" Anche sul numero degli sportelli il nostro paese è al quarto posto e in linea sia in rapporto alla popolazione che alla presenza territoriale ma è carente rispetto al numero di imprese. Infine per i quasi 300mila dipendenti ci posizioniamo al terzo posto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who