Borsa: Europa in calo con petrolio

Affondano minerari con aumento scorte Cina e report Citi

(ANSA) - MILANO, 24 FEB - Borse europee in affanno nella prima parte di seduta, appesantite dal nuovo calo del petrolio e dai dati sulle scorte di materie prime in Cina che segnalano il permanere di una domanda debole da parte del colosso asiatico.
    Ne fanno le spese i titoli del comparto minerario, tagliato da Citi a 'neutral', con l'indice Stoxx di settore in calo del 2,95%. Affondano Glencore (-4,9%), Bhp Billiton (-4,5%) e Anglo American (-3,9%) dopo che è emerso che le scorte di rame monitorate dallo Shanghai Future Exchange che sono più che raddoppiate dalla fine di agosto. Male anche gli energetici con Statoil che perde il 3,2% e Saipem il 4,2%, in scia al calo sia del barile wti (-2,2% a 31,15 dollari) che del brent (-1,14% a 32,89 dollari).
    Piazza Affari cede l'1,1%, seguita da Madrid (-0,8%), Francoforte (-0,8%), Parigi (-0,5%) e Londra (-0,5%).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who