Eni: lavoratori bloccano raffineria Gela

Presidiata stazione rilancio gas libico che arriva in Sicilia

(ANSA) - GELA (CALTANISSETTA), 25 GEN - Dalle 4 di stamani, al'inizio del settimo giorno di protesta, i lavoratori dell'indotto del petrolchimico di Gela hanno intensificato la lotta bloccando i turnisti della raffineria e il personale tecnico e amministrativo di Enimed, che gestiscono ricerche petrolifere e pozzi di estrazione. Non entra e non esce nessuno.
    I dimostranti, inoltre, hanno iniziato a presidiare l'ingresso della stazione di rilancio del gas libico che arriva in Sicilia attraverso il metanodotto sottomarino Greenstream. Lo avevano annunciato sabato scorso, mentre i più arrabbiati pretendevano che non ci fosse un picchettaggio ma un blocco vero e proprio di uomini e mezzi per chiudere così il passaggio del metano destinato a Germania e Francia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who