Completata la separazione di Ferrari dal gruppo FCA

Le azioni ordinarie della casa di Maranello in circolazione sono 188.923.499

La separazione tra Fiat Chrysler Automobiles e Ferrari è completata, ogni legame è sciolto. Ora la casa di Maranello è davvero pronta al debutto alla Borsa di Milano. La campanella suonerà alle 9 e sarà un evento di portata anche simbolica: l'ospite d'onore sarà il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Con lui Sergio Marchionne, presidente della Ferrari, l'amministratore delegato Amedeo Felisa, Piero Ferrari, figlio del fondatore Enzo, il presidente di Fca John Elkann.

Davanti al Palazzo della Borsa, come era avvenuto a New York, sarà esposta l'intera gamma della Ferrari: una decina di modelli, compresa l'ultima nata F12 Tdf. La Ferrari arriva alla Borsa di Milano, dopo l'esordio a Wall Street dello scorso ottobre. L'80% di Ferrari sarà assegnato ai soci Fca: il rapporto di concambio è di 1 a 10, cioè un titolo del Cavallino Rampante ogni dieci di Fiat Chrysler Automobiles. Solo tra il 6 e il 7 gennaio l'operazione sarà efficace e quindi venerdì 8 gennaio sarà il primo giorno in cui la totalità delle azioni Ferrari assegnate con lo scorporo sarà quotata regolarmente.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who