Banche: Morando, entro fine anno ok Ue su bad bank

Non è banca pubblica ma garanzia su crediti fra privati

Il viceministro dell'Economia, Enrico Morando, ritiene che "ci siano buone ragioni perché vada in porto nelle prossime settimane, entro la fine dell'anno, la trattativa con la Ue" sulla bad bank italiana. "Quella che voi erroneamente chiamate bad bank non è una banca pubblica che acquista sofferenze ma una garanzia statale sul mercato dei crediti deteriorati fra operatori privati".

Qe Bce ostacolato da crediti deteriorati  - La consistenza delle sofferenze italiane impedisce al Qe della Bce di tradursi direttamente in nuovo credito per le imprese e le famiglie italiane. Lo sostiene il vice ministro dell'Economia che, nel corso di un seminario sul Jobs Act, spiega che "la ragione principale per cui la politica ultra espansiva della Bce non si trasmette in credito alle famiglie e alle imprese sta nel fatto che i requisiti di capitale impegnano le banche a cercare nuovo capitale sul mercato".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who