Fmi: rischi dalla Cina, l'Italia accelera

Il documento per il G20: la ripresa economica globale resta moderata

''La moderata ripresa dell'area euro e' prevista continuare nel 2015-2016, sostenuta da piu' bassi prezzi del petrolio, l'allentamento monetario e il deprezzamento dell'euro. La crescita e' prevista accelerare in Germania, Francia, Italia e soprattutto Spagna''. Lo afferma il Fmi in un documento preparato per il G20.

La ripresa economica globale resta "moderata" e ci sono rischi al ribasso, fra i quali la transizione cinese. "La crescita nella prima meta' del 2015 e' piu' bassa rispetto alla seconda meta' del 2014, per il rallentamento delle economie emergenti e una ripresa piu' debole delle avanzate". La priorita' in Cina e' una ''transizione dolce verso una crescita piu' sostenibile, contenendo le vulnerabilita'. La recente correzione del mercato non dovrebbe scoraggiare le autorita' a portare avanti riforme per dare ai meccanismi di mercato un ruolo decisivo nell'economia''.

Una politica monetaria accomodante resta essenziale in molte economie avanzate. Il piano di acquisti della Bce ha ''migliorato la fiducia e le condizioni finanziarie'': ''dovrebbe essere esteso se non c'e' un sufficiente miglioramento dell'inflazione in linea con l'obiettivo della stabilita' dei prezzi''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who