Un viaggio nel volto nascosto di Tokyo

Tra enormi Buddha rotanti e canyon in centro della metropoli

(di Francesco Bongarrà) (ANSA) - ROMA, 16 SET - PIERRE MUSTIERE E YOKO KERA, "TOKYO INSOLITA E SEGRETA" (JONGLEZ, PP. 304, EURO 17,90). Quanti sanno che a Tokyo è possibile imbattersi in un canyon metropolitano, o sorprendersi davanti ad una statua che "guarisce dalle verruche"; o, ancora, divertirsi in un parco imparando sport unici al mondo? Sono, queste, alcune delle tante curiosità contenute nella in "Tokyo insolita e segreta", la guida della capitale del Giappone di Pierre Mustiere e Yoko Kera che si aggiunge ad una collana in cui su descrivono gli angoli più nascosti delle principali città del mondo (tra cui Venezia, Napoli, Milano, Firenze, Roma). Arricchita di mappe, indispensabili indicazioni sui trasporti cittadini e di indicazioni dettagliate sulle modalità di visita di ciascun luogo descritto, con "Tokyo insolita e segreta" è possibile scoprire un parco sopraelevato raggiungibile solo con l'ascensore, o una grande muraglia con funzione di barriera tagliafuoco, finanche dove sono collocate delle curiose toilette che rievocano un antico faro eretto nel 1866 per guidare le imbarcazioni alla foce del Sumida, un fiume che non esiste più.
    Si potrà anche conoscere la storia del tempio Toyokawa-Inari, ricchissimo di statuette di volpi, di ogni fattura e dimensione: una singolare presenza dovuta al culto di Dakini, divinità buddista protettrice del tempio, che tradizionalmente cavalca una volpe bianca. Non mancano, poi, le istruzioni per individuare un avventuroso passaggio che consente ai pedoni di transitare appena al di sotto dei binari della linea ferroviaria Tokyu-Ikegami (costringendo i più alti ad accovacciarsi); dopo aver vissuto quest'esperienza alquanto inusuale, ci si potrebbe concedere qualche minuto di relax passeggiando nel parco degli uccelli selvatici, una splendida e poco conosciuta oasi di pace di ben 25 ettari lungo la baia.
    Ma le curiosità non finiscono qui: in molti si sorprenderanno nel sapere che in fondo al tempio di Myohouji, lungo il fiume Okura, troneggia in tutta la sua imponenza una statua di bronzo di ben otto metri d'altezza e otto tonnellate di peso. Si tratta del Grande Buddha di Okura: fissato su una stele girevole, cambia gradualmente orientamento durante il giorno. Alle 9 è rivolto verso sud, in direzione dell'adiacente cimitero degli animali da compagnia; verso le 17 il suo sguardo sarà orientato sul viale Setagaya-dori, per proteggere il traffico stradale e i bambini che tornano da scuola. La guida descrive oltre 250 luoghi inaspettati ed è arricchita con un glossario e schede con storie insolite che raccontano di una capitale che alterna modernità a tradizione, ricca di tesori nascosti spesso ignoti agli stessi abitanti della capitale del Sol Levante. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA