Mirren e McKellen, la menzogna è un'arte

Il raffinato L'inganno perfetto in sala dal 5 dicembre

 Un gioco raffinato tra mattatori della scena come Ian McKellen e Helen Mirren dà vita a una commedia nera degli equivoci in cui si fa a chi è più bravo a mentire. E' L'inganno perfetto, il film di Bill Condon (lo sceneggiatore vincitore dell'Oscar per "Demoni e dei") nelle sale dal 5 dicembre con Mirren e McKellen che recitano per la prima volta insieme sul grande schermo in questo thriller brillante e ricco di suspense della New Line Cinema, sui segreti che le persone nascondono e sulle bugie che vivono..
    Il genio della truffa Roy Courtnay (McKellen) ha messo gli occhi su una nuova preda: Betty McLeish (Helen Mirren), una donna da poco rimasta vedova e milionaria. E Roy non intende farsela sfuggire.
    Fin dal loro primo incontro, Roy inizia a manipolare Betty con il suo collaudato modo di fare, e Betty, che sembra alquanto affascinata da lui, lo asseconda. Ma questa volta, quella che sarebbe dovuta essere una semplice truffa si trasforma in un gioco di fughe e rincorse, dove la posta in gioco metterà in luce i più insidiosi inganni che li porteranno entrambi attraverso un campo minato di pericoli, intrighi e tradimento.
    Tratto dal romanzo d'esordio di Nicholas Searle (Rizzoli), L'inganno perfetto è scritto da Jeffrey Hatcher. Fanno parte del cast principale anche Russell Tovey ("History Boys", la serie TV "Quantico") e Jim Carter (la serie TV "Downton Abbey").
    Il film è prodotto da Greg Yolen e Bill Condon. I produttori esecutivi sono Richard Brener, Andrea Johnston, Aaron L.
    Gilbert, Jason Cloth, Anjay Nagpal, Jack Morrissey e Nick O'Hagan. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA