La legge della notte, Ben Affleck e il proibizionismo

In sala il gangster movie-melo con Sienna Miller e Elle Fanning

Uno strano miscuglio tra gangster-movie e melo è quello che propone il due volte premio Oscar Ben Affleck re Mida di Hollywood nel film La legge della notte, in sala da domani con la Warner Bros. Siamo negli anni Trenta, quelli del proibizionismo con casse di bottiglie di whiskey in frantumi e vecchie auto piene di cavalli motore che sfrecciano per strada al rumore dei mitra. Ispirato al romanzo bestseller Live By Night di Dennis Lehane, il film manca però della giusta alchimia, nonostante un cast composto dallo stesso Ben Affleck insieme a Elle Fanning, Brendan Gleeson, Chris Messina, Sienna Miller, Zoe Saldana e Chris Cooper. Una cosa che ha fatto sì che la stampa Usa lo abbia demolito (32% su RottenTomatoes) ed è stato ignorato anche dal pubblico.

Voce fuori campo per raccontare le avventure di Joe Coughlin (Affleck), reduce di guerra che torna a Boston durante il proibizionismo con l'intenzione di smettere di vivere nelle regole. E questo rinnegando il proprio padre, capitano di polizia (Brendan Gleeson), e, ovviamente, la stessa legge. Da parte di Joe anche un'ambizione in più: rifiutare l'etichetta di gangster e preferire invece quella di bandito. Il personaggio di Affleck, con i suoi singolari modi di fare, in breve tempo diventa così una mina vagante nei delicati equilibri del traffico illegale conteso tra irlandesi e italiani. Joe poi infrange la più importante delle regole della malavita, rubando soldi e donna a un boss. Da qui una tragedia che porta il bandito su un percorso pieno di vendetta, ambizione, amore e tradimenti che lo costringe a lasciare Boston per Tampa. Per potersi vendicare dal suo spietato nemico, Albert White (Robert Glenister), Joe finirà infatti con il lavorare per il boss italiano Maso Pescatore (Remo Girone).

A mettere un freno alla sua ascesa criminale ci penseranno prima il Ku Klux Klan, e poi un'ex tossica (Elle Fanning) e il rancoroso White. Ma non finisce qui. In un film diviso in due, tra violenza e amore al caramello, entra nella vita sentimentale di Joe anche la bella Graciela Suarez (Zoe Saldana). Una curiosità. La Warner Bros. aveva acquistato i diritti cinematografici del romanzo nell'aprile del 2012, con la volontà di farne un film con protagonista Leonardo DiCaprio e con la produzione della Appian Way Productions dello stesso attore Nell'ottobre dello stesso anno, venne annunciato poi Ben Affleck nel ruolo di protagonista, regista, sceneggiatore e co-produttore del film assieme alla stessa Appian Way Productions di DiCaprio.

Vai alla scheda del film

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA