Garko, anche i sex symbol hanno l'ironia

'Sono qui per essere me stesso, le gaffe capitano a tutti'

(ANSA) - SANREMO, 11 FEB - Anche i robot hanno un'anima, anche i sex symbol sanno essere autoironici. E pazienza se il web non perdona e mette alla berlina gaffe, impacci, sguardi fissi al gobbo e pronunce improbabili: la risposta è nell'hashtag #cosicomesono. E nella foto che oggi posta sui suoi social: la chioma riccioluta immortalata accanto a una pianta a forma di cespuglio, con la scritta 'Ecco cosa mi ha ispirato per il look di Sanremo'. "Prima del festival ho detto che sarei stato me stesso: così è stato e così sarà", ribadisce Gabriel Garko sfoderando il suo sorriso magnetico. "Non mi sono rivisto, non lo faccio mai", sottolinea il 'valletto' del festival, convinto che Sanremo sia "una parentesi bellissima: l'ho aperta e la chiuderò subito dopo". Il palco dell'Ariston "è sempre una forte emozione: una cosa è starci alle prove, altra è quando la sala si riempie. Non imparerò mai a starci, abituarsi è impossibile" e poi "le gaffe capitano a tutti". Le incertezze, gli scivoloni, gli occhiolini, insomma, ci possono stare

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA